Mamma vuole vaccinare i figli, il papà si oppone: il Tribunale dà ragione a lei

Senza separarsi sono finiti comunque davanti al giudice: lui non vax, lei a favore dei vaccini si sono trovati in difficoltà sulle vaccinazioni dei bambini.

Coppia di genitori è finita in tribunale. Il motivo? Le vaccinazioni dei figli. La mamma era favorevole, mentre il papà è un no vax e dunque non voleva che i bambini fossero sottoposti alle vaccinazioni obbligatorie. E così la donna si è rivolta al tribunale di Pistoia, dopo mesi di litigi. Risultato? Non vaccinare è anticostituzionale perché va contro ciò che la Carta prevede, vale a dire la salute per tutti i cittadini.

Nella sentenza si leggo le seguenti motivazioni:

"I medici quando pongono l'attenzione su vaccinazioni di consistente impatto nei minori fanno che quello che la Costituzione ha previsto per la nostra società: vale a dire la salute per tutti i cittadini".

E così la mamma è stata autorizzata, anche senza il consenso del papà, a far completare tutte le vaccinazioni obbligatorie e raccomandate da Asl e pediatra e ai relativi richiami. Durante l'udienza, tenutasi il 9 aprile, il padre ha dichiarato di essere consenziente ai richiami dei vaccini obbligatori ritenendoli però inutili qualora i figli fossero ancora coperti; si è però opposto alla vaccinazione, facoltativa, contro il papilloma virus.

Una storia simile è stata protagonista anche del Tribunale di Forlì. In questo caso, il giudice ha imposto ai genitori separati di un bambino di 4 anni e mezzo di sottoporre il piccolo a tutte le vaccinazioni e i richiami obbligatori per legge, in seguito al ricorso presentato ai giudici dal padre. L’uomo era determinato a voler garantire la copertura vaccinale al bimbo, una posizione opposta a quella della madre – che secondo alcune indiscrezioni potrebbe essere vicina al movimento No Vax – che di vaccinare il figlio proprio non ne voleva sapere.

  • shares
  • Mail