Si risveglia dal coma dopo 28 anni e pronuncia il nome del figlio

Munira Abdulla è stata in coma per 28 lunghi anni, al suo risveglio la prima cosa che ha fatto è stata pronunciare il nome del figlio.

Si risveglia dal coma dopo 28 anni e pronuncia il nome del figlio

L’amore di una madre non conosce limiti. E l’ennesima incredibile dimostrazione ci arriva da una clinica vicino Monaco dove una donna si è svegliata dopo 28 anni di coma e la prima cosa che ha fatto è stata pronunciare il nome del figlio. Questa mamma si chiama Munira Abdulla e ha avuto un terribile incidente d’auto nel 1991, nel momento dell’impatto ha protetto il figlio facendogli da scudo ed è riuscita a salvarlo, anche se lei non è riuscita più a riprendersi.

Per 28 anni Munira Abdulla è stata in coma, coricata in un letto ne morta ne viva, è stata trasferita da un ospedale all’altro perché il figlio ha lottato e sperato ogni giorno affinchè lei si risvegliasse. Omar Webair, il figlio della donna che oggi ha 32 anni ha spiegato:

“Era seduta con me sul sedile posteriore e, quando si è accorta di quello che stava succedendo, mi ha abbracciato per proteggermi. Non mi sono mai rassegnato a perderla: ho sempre avuto la sensazione che un giorno si sarebbe svegliata”.

Omar Webair

L’incidente è avvenuto a Londra e quando Munira Abdulla è stata trasportata in ospedale era già priva di sensi, è stata ricoverata a Londra per qualche tempo e poi è stata trasferita negli Emirati Arabi Uniti, il suo Paese d’origine. Nel 2017 il principe ereditario di Abu Dhabi, Sheikh Mohamed bin Zayed, ha regalato alla famiglia il denaro necessario per trasferire la signora in un ospedale tedesco specializzato, la clinica Schoen di Bad Aibling, che si trova vicino Monaco.

Qualche giorno fa, come per miracolo, la signora ha iniziato a emettere alcuni versi e poi, tre giorni dopo, ha pronunciato il nome del figlio:

“Era lei, stava davvero dicendo il mio nome: ero pazzo di gioia. Per anni avevo sognato quel momento, e “Omar” è stata la prima parola che ha detto”.

Omar Webair

Adesso Munira Abdulla è stata portata ad Abu Dhabi, all’ospedale di Nafraq, e i medici stanno facendo tutto il possibile per permetterle di avere la migliore qualità di vita possibile. Si sta sottoponendo ad alcuni interventi per recuperare i muscoli che sono stati fermi per quasi 30 anni.

Omar Webair ha concluso:

“In tutti questi anni, i medici mi hanno detto che era un caso senza speranza e che non c’era alcuna ragione valida per continuare le cure. Ho voluto condividere la sua storia per incoraggiare la gente a non perdere la speranza”.

Omar Webair

Una mamma è sempre la mamma, anche dopo 28 anni di coma il primo pensiero è sempre suo figlio.

Foto | pixabay

  • shares
  • Mail