Brasile, bambini adottabili sfilano in un centro commerciale come schiavi

Una parata di bambini in mostra come merce da acquistare. È successo in Brasile e le immagini hanno indignato l’opinione pubblica.

Una parata di bambini adottabili si è svolta in un centro commerciale in Brasile. Molte persone sono rimaste scandalizzate e hanno paragonato l’evento a un’asta di schiavi o di animali. "Adoption on the Catwalk" è un progetto nato "dare visibilità a bambini e adolescenti che possono essere adottati". Questa è stata la spiegazione ufficiale dei promotori dello spettacolo.

La sfilata - organizzata dagli enti locali della Commissione per l'infanzia e la gioventù (CYC) dell'Associazione degli avvocati del Brasile e l'Associazione di ricerca e supporto per l'adozione (AMPARA) - si è tenuta nel centro commerciale Pantanal nella capitale Cuiaba.

"È un’occasione per i potenziali adottanti possano per conoscere i bambini e gli adolescenti: la popolazione può avere più informazioni sull'adozione e i bambini stessi avranno un giorno speciale in cui potranno fare festa".

Ha spiegato Tatiane de Barros Ramalho, presidente del CIC e avvocato. L’immagine però che ha fatto il giro della stampa internazionale mostrava una ragazzina che indossava una maglietta bianca e una gonna corta rosa mentre camminava sulla passerella. Sembrava tutto, tranne la promozione di un’adozione. L’associazione ha detto che si trattava di una foto scattata durante una precedente manifestazione.

La notizia della sfilata ha scatenato indignazione sui social media, spingendo gli organizzatori a difendere l'evento, dicendo che nessuno dei bambini era stato costretto a partecipare.

"OAB-MT e AMPARA rifiutano ogni tipo di distorsione dell'evento associandola a periodi bui della nostra storia"

Ha aggiunto, riferendosi al passato del Brasile come mercante di schiavi.

Via | RFI

  • shares
  • Mail