Perdite bianche a inizio gravidanza, bisogna preoccuparsi?

Che cosa sono le perdite bianche che si manifestano in gravidanza, soprattutto nelle prime settimane?

Le perdite bianche a inizio gravidanza non devono mettere in allarme le mamme che devono ancora metabolizzare la notizia di essere incinte. Le secrezioni vaginali sono abbastanza frequenti e normali nella vita di una donna, anche in gravidanza. Che cosa significano nelle primi mesi di gravidanza?

Sono chiamate anche con il termine medico "leucorrea gravidica semplice" ed è – ovviamente – causata dagli ormoni, che alterano la mucosa vaginale che diventa così densa da formare il famoso tappo mucoso, che protegge il bambino da eventuali agenti patogeni. Sono di solito molto liquide, bianche o trasparenti e non hanno odore. La cosa migliore è chiedere comunque conferma al proprio ginecologo. Se non ci sono altri sintomi, potete stare tranquille. Possono diventare molto più abbondanti nell’ultimo periodo, quando si avvicina la data del parto.

Diverso è se le perdite sono accompagnate da bruciore, odori sgradevoli o secrezioni più dense. Potreste aver contratto un’infezione, come la candida, che è molto frequente durante la gestazione. Se sei nell’ultimo trimestre è importante non confondere queste perdite, con la perdita del tappo mucoso o con la rottura alta del sacco amniotico. È per questo che un consulto medico è sempre consigliabile.

  • shares
  • Mail