Affidi illeciti a Bibbiano, 4 bambini tornati alle famiglie naturali

Quattro dei sette bambini coinvolti nell'inchiesta "Angeli e Demoni" degli affidi illeciti a Bibbiano sono tornati dai loro genitori naturali.

Affidi illeciti a Bibbiano

Anche gli incubi finiscono, e per fortuna così è stato anche per i bambini che erano stati sottratti ai genitori naturali con l’inganno e per interessi economici. Quattro dei sette bambini coinvolti nell'inchiesta "Angeli e Demoni" della procura di Reggio Emilia sugli affidi illeciti a Bibbiano sono tornati con i genitori naturali. Una decisione del Tribunale di Bologna che ha riconosciuto anomalie e illeciti da parte dei servizi sociali della Val d'Enza.

Il Tribunale dei Minori di Bologna ha analizzato tutto il materiale, ha visionato ed esaminato i 70 fascicoli delle varie inchieste e ha azzerato 19 provvedimenti giudiziari, in cui assistenti sociali e psicologi avevano forzato la mano per togliere i bambini dalle loro famiglie manipolando testimonianze, disegni e dichiarazioni dei bimbi.

Nell’estate del 2018 gli investigatori hanno notato che nella dell’Unione Val d’Enza c’erano frequenti allontanamenti dei minori dai genitori, una situazione che ha destato dei sospetti e che ha portato a quasi un anno di indagini. Nel registro degli indagati ci sono ben 29 persone, tra cui 3 sono sindaci o ex sindaci e poi funzionari pubblici, psicologi e assistenti sociali accusati di violenza privata, frode processuale, abuso d’ufficio, depistaggio, lesioni gravissime, maltrattamenti su minori, falso in atto pubblico, tentata estorsione e peculato d’uso.

In pratica i bambini venivano allontanati dai genitori e ricoverati in una struttura pubblica di Bibbiano, che si chiama La Cura e gestita dalla onlus di Moncalieri, Hansel e Gretel. I bambini venivano sottoposti a sedute di psicoterapia in cui facevano venire fuori abusi inesistenti. Questi bambini venivano poi dati in affidamento a famiglie benestanti o persone conosciute da chi architettava tutto.

A tutto ciò si aggiungono le frodi fiscali con sedute di psicoterapia fatturate allo Stato al doppio della tariffa standard. Inoltre per ogni bambino dato in affidamento le famiglie ricevevano dei soldi per il loro sostentamento. Una truffa nella truffa a spese di minori e dei loro genitori che di sono visti strappare dalle mani i propri figli.

Dei sette bambini sottratti, quattro sono tornati a casa e per gli altri tre sono in corso delle indagini. Questa vicenda ha portato lo Stato a fare controlli più serrati e a evitare che si ripetano giri dell’orrore come quello di Bibbiano.

Foto | pixabay

  • shares
  • Mail