Il vero testo di Ambarabaciccicoccò: o bufala?

Lo sapete che il vero testo di Ambarabaciccicoccò non dice "che facevano l'amore", ma altro? O è una bufala?

tre civette sul comò

Alzi la mano chi fin da piccolissimo sa a memoria la filastrocca per bambini, utilizzata anche come conta per scegliere chi inizia per primo ogni giorno, "Ambarabaciccicoccò". Ci siamo sempre posti un dubbio su una delle frasi, sì, quella che riguarda la figlia del dottore. Ma, a dire il vero, l'abbiamo sempre recitata così, nonostante le perplessità.

Oggi però su Facebook gira quella che dovrebbe essere il testo originale della filastrocca. Che cambia completamente il senso di tutto il racconto e dà una spiegazione alla presenza di quelle tre civette sul comò e del loro reale rapporto con la figlia del dottore, che poi si è ammalato. Non "amore", ma "timore", una parola che fa rima comunque, ma che ha decisamente tutto un altro significato.

Tutti siamo cresciuti con questa versione della filastrocca/conta, che in effetti non sembrava né avere senso né essere pensata per dei bambini:

Ambarabà ciccì coccò
tre civette sul comò
che facevano l’amore
con la figlia del dottore;
il dottore si ammalò
ambarabà ciccì coccò!

E, invece, a quanto pare, il vero testo diceva altro. Le civette non facevano l'amore con la figlia del dottore. Bensì le facevano paura, cosa che ha più senso, trattandosi di tre animali notturni:

Ambarabà ciccì coccò
tre scimmiette sul comò
che facevano timore
alla figlia del dottore;
il dottore si ammalò
ambarabà ciccì coccò!

Adesso sarà decisamente dura cambiare nella nostra testa il testo della filastrocca Ambarabaciccicocò, però effettivamente così la conta ha decisamente un senso. Anche se, a quanto pare, non è assolutamente vero che il testo reale dica così. Come svelato da Butac: solo una gogliardata di un utente su Wikipedia? Però, così, almeno ha un senso!

Foto Pixabay

  • shares
  • Mail