L’allattamento al seno non è gratuito: lo ha dimostrato una mamma

Allattare al seno il proprio bambino può avere un costo. Non elevato come quello per il latte in formula, ma non è gratuito.

sport durante l'allattamento

L’allattamento al seno non è facile, ma è gratuito. Questa almeno è la teoria di molte donne (e soprattutto della società). In realtà una mamma ha dimostrato che è economico rispetto all’allattamento artificiale, ma decisamente non gratuito.

Questa signora ha raccolto le ricevute delle spese sostenute durante il primo anno di vita di sua figlia. Il conto è stato di 598 dollari per tutte le sue forniture e i dispositivi per l'allattamento al seno per l'anno.

La mamma in questione non è una casalinga: si tratta di una lavoratrice che spesso è costretta ad allontanarsi da casa per la sua attività, il che significa che ha dovuto fare un investimento extra in tiralatte e contenitori per lo stoccaggio.

Ha ottenuto un tiralatte gratuito dalla sua compagnia assicurativa, ma ne ha acquistati altri due, incluso un modello manuale che non ha funzionato, nel corso dell'anno.

"Ogni volta che qualcuno dice che l'allattamento al seno è libero e non ci sono bottiglie da lavare, per me (e immagino anche per molte altre madri che lavorano) non è vero. Penso che ne valga comunque la pena? Ovviamente sì. Per chiunque altro? Devono fare i loro calcoli e decidere".

Ha scritto la donna. Altre mamme hanno sottolineato i veri costi dell'allattamento al seno in passato. In un pezzo per Forbes, Kavin Senapathy individua cinque modi in cui l'allattamento al seno non è gratuito, inclusi costi meno misurabili come le opportunità di lavoro perse e una perdita temporanea di autonomia del proprio corpo.

Via | Simplemost

  • shares
  • Mail