Sondrio, neonata di 5 mesi muore in ospedale. Le urla della mamma "disturbano" gli altri pazienti

Una neonata di 5 mesi muore in ospedale a Sondrio e gli altri pazienti si lamentano per le urla di disperazione della mamma.

Sondrio, neonata di 5 mesi muore in ospedale

Qualche giorno fa una bambina di 5 mesi è morta al Pronto Soccorso di Sondrio per un arresto respiratorio. Una tragedia per tutta la famiglia che in un attimo si è vista strappare dalla braccia la loro piccolina. La cosa veramente assurda che aggiunge tristezza alla tristezza, è che la mamma, una ragazza nigeriana di appena 20 anni, è anche stata criticata sui social perché urlava troppo e al Pronto Soccorso ha disturbato gli altri pazienti.

La mamma si è accorta che la figlia non respirava bene e si è insospettita ed è corsa in ospedale insieme al marito. La bimba è arrivata in condizioni critiche ed era già in arresto cardiocircolatorio, nonostante tutti i tentativi di rianimazione purtroppo non ce l’ha fatta ed è morta in ospedale. La causa pare sia la morte in culla, una fatalità senza cura e nella maggior parte dei casi senza causa che distrugge la vita di molte persone.

Appresa la notizia della morte della bambina, la reazione della mamma è stata straziante, ha pianto e ha urlato in modo inconsolabile, come avrebbe fatto chiunque al suo posto. Eppure nonostante la tragedia della morte di un neonato, al Pronto Soccorso gli altri pazienti erano molto infastiditi e pronunciavano frasi davvero orribili. “Non può essere così grave, fanno un figlio all’anno, perdere un figlio per loro non è come per noi”, oppure “Quelle urla saranno un rito tribale o satanico” e ancora “Mettetela a tacere, quella scimmia”.

Frasi cattive e tristi che dicono fin troppo di chi è in grado di pensare queste cose e dirle a voce alta. Frasi razziste e crudeli che alle porte del 2020, lasciano davvero senza parole.

Io mi chiedo dove sia finita la nostra umanità? È possibile che di fronte alla tragedia di una mamma che perde il proprio figlio si abbia la voglia di dire cattiverie? Si pensare che urla troppo, disturba e infastidisce? In momenti come questo il mondo di una persona crolla in un istante e tutti gli altri, dovrebbero solo fare silenzio e ringraziare Dio di non conoscere un dolore simile.

Foto | Pixabay
Via | Open

  • shares
  • Mail