Parigi, bambino trovato morto nel carrello di un aereo proveniente dalla Costa d'Avorio

La scoperta fatta durante i preparativi precedenti il decollo del Boeing 77 in direzione Costa d'Avorio, paese dal quale proveniva il bambino

Francia, bambino trovato morto nel carrello di un aereo a Parigi Amara scoperta quella fatta martedì scorso all'aeroporto Charles De Gaulle di Parigi. Un bambino di presumibilmente 10 anni è stato trovato morto nel carrello di un jet proveniente dalla Costa d'Avorio che, entro qualche ora, dalla capitale francese vi ci si sarebbe ridiretto.


Il bambino, sicuramente morto assiderato per via delle rigide temperature -  50 gradi ad altitudini così elevate - e per la mancanza di ossigeno, indossava abiti leggeri. Non si tratta del primo caso, ma probabilmente è una delle morti più drammatiche degli ultimi tempi. Il vano carrello non è riscaldato né tantomeno pressurizzato: chi vi si nasconde, dunque, è destinato a morte certa.

Al momento non è stato possibile effettuare l'identificazione del bimbo, non era provvisto di documenti né di altro materiale che potrebbe facilitarne il riconoscimento.

A condurlo dalla Costa d'Avorio a Parigi il volo Air France AF 703 partito da Abidjan: durante i preparativi per il viaggio di ritorno verso l'Africa, i tecnici si sono accorti del cadavere. Finisce in tragedia una delle numerose fughe clandestine di giovani verso l'Europa.


La notizia è stata inizialmente diffusa da fonti di polizia, successivamente confermata dalla compagnia aerea Air France tramite Twitter. Iniziate le indagini, si ritiene che, dati i severi controlli previsti dall'aeroporto di Abidjan nei confronti di tali tipologie di elusioni, in special modo per quanto riguarda i bambini, il piccolo sia stato aiutato da un adulto.

 

  • shares
  • Mail