Napoli, operata bambina di un anno per un cancro all'utero

Una bambina di un anno è stata operata per cancro all'utero tramite la videolaparoscopia presso l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale Santobono Pausilipon di Napoli.

operata una bambina di un anno per cancro all'utero

Una bambina di un anno è stata operata per un tumore all’utero presso l’Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale Santobono Pausilipon di Napoli, un intervento complicato e delicato che fortunatamente è riuscito alla perfezione. La bambina era affetta da un raro tumore uterino e grazie alla scienza e alla tecnologia è stato possibile operarla e curarla.

L’intervento è stato il frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Oncologia ed il Dipartimento di Scienze Chirurgiche, l’operazione è stata eseguita dal dottor Giovanni Di Iorio, che è il Direttore della U.O.C. di Chirurgia Pediatrica Urologica, che è stato affiancato da una equipe chirurgica del Santobono-Pausillipon.

L’operazione fatta sulla bambina si chiama videolaparoscopia, e prima di questo intervento non era mai stata fatta su una paziente così piccola,. Grazie a questa tecnica innovativa i medici sono riusciti ad asportare il tumore preservando la vagina e tutta la parte sana dell’utero, è stato possibile anche curarla senza compromettere la sua fertilità. Inoltre questa tecnica non rende necessario tagliare i muscoli o danneggiare i tessuti sani e quindi è davvero rivoluzionaria.

Limitare i tagli e i disturbi collaterali permette anche di avere un decorso post operatorio più semplice e meno doloroso, infatti la bimba mangiava normalmente già la sera stessa. Alla bambina è stata fatta tempestivamente la diagnosi e poi è stata sottoposta a dei cicli di chemioterapia per limitare i tumore, infine è stata operata con una tecnica d’avanguardia.

Nella nota dell’ospedale pediatrico napoletano è riportato:

“Oggi le nuove tecniche operatorie utilizzate per la asportazione di neoplasie nei bambini, non solo consentono di salvare i piccoli affetti da tumore, ma anche garantire loro una vita normale. Presso l’AORN Santobono Pausilipon è stato possibile fare la diagnosi di questa rara patologia, poi sottoporre la piccola ad una terapia chemioterapica ed infine asportare il tumore con la tecnica più moderna oggi attuabile“.

Ospedale pediatrico napoletano

Foto | Pixabay
Via | napoli.repubblica

  • shares
  • Mail