La bimba siriana che rideva sotto le bombe è salva

La bimba siriana che rideva sotto le bombe insieme al papà è salva, la famiglia è riuscita ad andare in Turchia e vivrà lì, finalmente al sicuro.

bimba siriana che rideva sotto le bombe è salva

La piccola Selva e il papà Abdullah Al-Mohammad ogni volta che cade una bomba, loro ridono. È la quotidianità di una normale famiglia che vive in Siria durante la guerra, per non spaventare la figlia di 4 anni il papà ha inventato questo gioco. Si ride per esorcizzare la paura e non trasmettere alla figlia quel senso di angoscia e impotenza che sente nel suo cuore.

Il video, pubblicato su Twitter da Mehmet Algan, ex deputato del Partito della Giustizia e dello Sviluppo turco della regione di Hatay, è toccante e ricorda moltissimo il film “La vita è bella” di Benigni, solo che questa è l’attualità di oggi, del 2020. Vivere sotto i bombardamenti è troppo pericoloso e le famiglie cercano di spostarsi per trovare riparo.

Qualche giorno fa la famiglia di Abdullah Al-Mohammad è stata costretta a fuggire dalla casa a Saraqib e ad andare da un amico. Per aiutare la bimba a non avere paura il papà faceva finta che le bombe, i proiettili e le esplosioni fossero fuochi d’artificio o scoppi di una pistola giocattolo e rendeva tutto un gioco divertente. Storie come questa sono la dimostrazione del fatto che l’uomo non impara mai dal passato.

Adesso per fortuna la piccola Selva, il papà Abdullah Al-Mohammad e la mamma sono in salvo, sono riusciti ad andare in Turchia e vivranno lì, almeno fino a quando in Siria non ci sarà la pace. La famiglia di Abdullah vive adesso nella provincia di Hatay nel sud-est della Turchia e per fortuna non dovrà più preoccuparsi dei bombardamenti.



  • shares
  • Mail