Coronavirus e povertà: una madre americana salta i pasti per far mangiare i figli

Negli Stati Uniti c’è una nuova ondata di povertà a causa del coronavirus: ci sono storie di genitori che saltano i pasti pur di far mangiare i loro bambini.

Il coronavirus non soltanto un flagello per la salute delle persone e per il buon funzionamento della sanità, è un vero e proprio problema anche per l’economia. Aziende che chiudono, riduzione dei posti di lavoro e, in alcuni stati, difficoltà a far fronte alle spese mediche, come negli Stati Uniti, dove la sanità è privatizzata. E così il New York Times racconta la storia di Summer Mossbarger, una mamma che ha deciso di saltare i pasti affinchè i suoi figli potessero mangiare.

È stata una delle prime a mettersi in fila alla Alton Elementary School, una scuola di Brenham, una cittadina rurale del Texas. Qui gli istituti sono chiusi per il coronavirus ma una parte vitale della giornata scolastica è sopravvissuta: il pranzo gratuito.

“Non lascerò che i miei figli soffrano la fame. Se devo mangiare solo una volta al giorno, è quello che farò".

Ha raccontato la donna, che ha messo in bocca il suo primo boccone, gratuito, alle 17.30 dopo aver saltato colazione e pranzo. Il coronavirus sta sconvolgendo la vita delle persone e, ancora di più, di quelle a basso reddito. Gli americani con meno risorse finanziarie non hanno aiuti sociali, hanno pessime cure sanitarie e sopportano un peso di dolore maggiore.

  • shares
  • Mail