Coronavirus: Mila è una bambina con la leucemia che può vedere il papà solo alla finestra

La storia di Mila, una bambina scozzese di 4 anni che combatte contro la leucemia e deve proteggersi anche dal Covid-19, restando isolata dal papà e dalla sorella.

Mila tumore coronavirus

L’epidemia da Coronavirus comporta tanti disagi e sacrifici, per la maggior parte di noi si tratta solo di stare a casa, ma per chi è immunodepresso è tutto molto più delicato e non si può rischiare di contrarre il virus. Mila è una bambina di quattro anni che vive a Falkirk, in Scozia e che da qualche mese sta combattendo contro la leucemia, le sue difese immunitarie sono molto debilitate e la sua famiglia ha deciso di separarsi per proteggerla e non farle correre nessun rischio. Mila e la mamma vivono insieme, invece il papà e la sorella maggiore vivono separati, in modo da non farle avere nessun contatto con il mondo esterno. La mamma di Mila ha pubblicato una foto dolce e struggente in cui si vede la bambina salutare il papà attraverso il vetro.

La mamma Lynda (36 anni) e il papà Scott (50 anni) sono molto preoccupati per la loro bambina e stanno facendo del loro meglio per proteggerla. Il Covid-19 sta destabilizzando tutto il mondo, l’infezione corre veloce e anche se la maggior parte delle persone guarisce, quelle più fragili, come i malati o gli anziani, sono molto a rischio.

A Mila è stata diagnosticata la leucemia lo scorso novembre e sta facendo tutte le cure necessarie per guarire, questi mesi sono delicati e le cure talmente pesanti da aver bisogno delle trasfusioni di sangue.

La mamma di Mila, la signora Lynda, ha dichiarato:

“Inizialmente ci sentivamo male all’idea di separare la famiglia e abbiamo pensato di essere stati, forse, troppo prudenti. Ma ci sono tante altre famiglie, in giro, che hanno fatto la stessa scelta pur di proteggere i loro cari. Spero che questa immagine possa rendere le persone sempre più consapevoli dell’importanza di rispettare le linee guida. È difficile per tutti, ma più a lungo le persone continuano a uscire di casa, più a lungo noi dovremo rimanere isolati e a Mila continueranno a mancare il padre e la sorella Jodi, che ha 16 anni".

Mamma Lynda

La signora Lynda ha aggiunto:

“Nonostante tutto quello che sta succedendo, rimane una bambina felice e divertente, che scherza con il padre quando lo vede alla finestra. Stiamo tenendo Mila al sicuro, ma ci preoccupiamo di quando deve andare in ospedale per i trattamenti: i tamponi sono limitati, e come facciamo a sapere se i medici non hanno il virus? Mila ha anche bisogno di trasfusioni di sangue per vivere, ma è probabile che le donazioni diminuiscano: è un momento molto frustrante e preoccupante per tutti noi. Spero che la sua storia aiuti a salvare vite e incoraggi tutti a stare a casa: ci sono molte persone vulnerabili come Mila che hanno bisogno di protezione”.

Mamma Lynda
  • shares
  • Mail