Coronavirus, medico assiste in diretta video alla nascita del figlio

A causa dell'emergenza Coronavirus un medico napoletano ha assistito in diretta video alla nascita del figlio.

medico vede in video la nascita del figlio

I giorni surreali che stiamo vivendo ci regalano anche delle bellissime emozioni, sicuramente alternative, ma belle. Un infermiere di Napoli ha assistito alla nascita del figlio in diretta su FaceTime, un modo dolce per non perdersi uno dei momenti più belli della propria vita, nonostante in quel momento fosse a lavoro. Medici e infermieri sono in prima linea per combattere il Coronavirus e devono rinunciare a ferie, congedi e tutto, perché adesso la cosa più importante è salvare delle vite.

Claudio Galizia, anestesista e rianimatore di 35 anni, lavora all'ospedale Cto di Napoli e in questi giorni sta fronteggiando l’epidemia Covid-19. Sua moglie ha partorito in anticipo, alla 37esima settimana, mentre lui era a lavorare, quando le si sono rotte le acque lui era impegnato a intubare un paziente in crisi respiratoria per farlo respirare.

La storia di Claudio è davvero straordinaria e ci ricorda che la vita va avanti e che, anche in mezzo alla tristezza di questi giorni, ci sono cose che riescono a scaldarci il cuore e a farci guardare al futuro con un po’ di speranza.

Claudio Galizia ha raccontato:

“Vedere nascere mio figlio, anche se a distanza, mi ha insegnato che la vita vince sempre, anche nei momenti difficili: sembra una frase scontata, ma non lo è. È stata una grande emozione una gioia profonda capace di spazzare via e cancellare completamente la paura di questo periodo difficile. Aveva rotto le acque in anticipo, precisamente alla 37esima settimana, ed era stata ricoverata in ospedale. Mia moglie è stata una eroina, mi ha detto: 'So quanto è importante il tuo lavoro in questo momento, non preoccuparti per me'".

Claudio Galizia

In questo periodo negli ospedali vengono adottate delle misure di sicurezza speciali per ridurre al minimo i rischio d contagio, i pazienti possono entrare da soli e gli accompagnatori devono restare fuori. Il bambino è venuto al mondo alle 17.14 del 22 marzo, dato che il papà era lontano, ha chiesto a un collega anestesista di aiutarlo e lui ha fatto partire la videochiamata e ha mostrato la nascita del bambino in diretta.

Claudio Galizia ha aggiunto:

“Grazie a lui, io, mia moglie e l'ostetrica siamo riusciti a comunicare per tutto il tempo. Abbiamo anche pianto insieme. Questo 2020 è stato un turbinio di emozioni che non riesco ancora a descrivere. Sono ancora in ospedale per le ultime visite di routine, ma presto torneranno a casa. Ho appena fatto il tampone, che è negativo, ma pur vivendo insieme dormiremo in stanze separate, e cercheremo di stare a distanza per non mettere in alcun modo a rischio il piccolo. Lo prenderò più in là, quando potrò godermi la loro compagnia fino in fondo".

Claudio Galizia

Congratulazioni ai genitori e benvenuto al mondo al bambino.

via | repubblica
Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail