Coronavirus, nuovi comportamenti per i bambini al mare

Le vacanze al mare sono le preferite dai bambini ma per l’estate 2020 ci sono regole tutte nuove da osservare.

Perché l'aria di mare fa bene ai neonati?

Sta per partire la stagione del mare e sono numerosi i genitori che sperano di portare i bambini, dopo un inverno e una primavera chiusi in casa. Ma ci possono andare? Ha risposto Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria (Sip) e membro del Comitato tecnico-scientifico, durante la trasmissione Agorà su Rai Tre.

"Se si vogliono portare i bimbi al mare bisogna far sì siano educati ai nuovi comportamenti, almeno finché l'epidemiologia lo impone. Se si è in grado di fare attività nel rispetto delle regole è auspicabile e va fatto. Se invece si vuole agire in modo anarchico e fingendo che il coronavirus non esista è sbagliatissimo".

Ha inoltre proseguito:

"Al momento dobbiamo tener conto che il Covid-19 c'è ancora, e ancora uccide. Quando, e se, le condizioni epidemiologiche ci permetteranno di riprendere la vita come prima, lo faremo. Adesso tutto è possibile, ma nel rispetto delle regole".

Attualmente si può andare in spiaggia ma non si può stazionare. I giochi per i bambini ancora off limits, come in tutte le aree gioco. Ovviamente bisogna aspettare il 3 giugno: per allora si saprà se potremo spostarci da una Regione all’altra, e quindi andare in vacanza, e come saranno regolamentate le spiagge.

  • shares
  • Mail