Bonus vacanze 2020, come funziona per le famiglie

La procedura per poter usufruire del Bonus vacanze 2020 del “Decreto rilancio”, ma solo se l'ISEE è inferiore a 40.000 euro.

Bonus vacanze 2020

Come funziona il Bonus vacanze 2020? Chi ne può usufruire? Il bonus vacanze è una delle iniziative post coronavirus pensate per rimettere in moto il nostro Paese, è un contributo previsto dal “Decreto rilancio” per aiutare il settore del turismo. Uno incentivo per andare in vacanza approfittando di uno sconto e un aiuto concreto alle strutture alberghiere che hanno risentito moltissimo della pandemia e del lockdown dei mesi scorsi.

Si può usufruire del bonus vacanze in alberghi, bed & breakfast e agriturismi italiani dal 1° luglio al 31 dicembre 2020. Il valore massimo del bonus è 500 euro ed è destinato alle famiglie con ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) inferiore a 40mila euro. Il bonus va a scalare in base ai componenti del nucleo familiare: se si è almeno in tre spettano 500 euro, se si è in due 300 euro, infine una sola persona ha diritto a 150 euro.

La quota del bonus verrà rimborsata in due soluzioni: l’80% al momento del pagamento in albergo, il restante 20% come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi 2021. Il bonus è valido solo per i viaggi e le vacanze in Italia e con le prenotazioni fatte direttamente nelle strutture (alberghi, b&b ecc) o tramite agenzie di viaggio e tour operator. Non vale se si prenota su Booking.com e siti di questo tipo.

Bonus vacanze 2020: procedura da seguire

La procedura per ottenere il bonus non è proprio immediata, quindi fatelo se siete ragionevolmente sicuri di rientrare nell’ISEE entro i 40mila euro.

Per poter ottenere il bonus bisogna procurare i documenti necessari da presentare alle strutture. La prima cosa da fare è presentare all’INPS (anche attraverso un Caf) la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) per ottenere il rilascio dell’attestazione ISEE. Dopo di che è necessario avere un’identità digitale SPID o CIE (Carta d’Identità Elettronica). Per la SPID potete consultare questo sito, per la CIE basterà prendere appuntamento negli uffici del proprio comune di residenza con i propri documenti. Vi verranno date le prime quattro cifre del Pin e le altre 4 vi verranno recapitate via posta a casa.

A questo punto con attestazione ISEE e identità digitale alla mano, c’è l’ultimo step di questa procedura: scaricare sul proprio smartphone l’app IO. Tramite l’app si può fare richiesta del bonus e se tutto va a buon fine riceverete la conferma. Tramite l’app potrete visualizzare il codice ed il QR-code associato che dovete dare alla struttura al momento del pagamento.

Prima di prenotare dovete solo accertarvi che la struttura che avete scelto aderisca all’inizia e accetti il bonus vacanze come metodo di pagamento.

via | ilpost
Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail