Bullizzata e insultata su Instagram, ragazzina di 12 anni finisce in ospedale

Una ragazzina di 12 anni è finita in ospedale perchè bullizzata con toni feroci e cattivi su Instagram.

Ragazza 12 anni bullizzata Instagram

Una ragazzina di 12 anni è finita in ospedale per un malore causato da alcuni coetanei che la bullizzavano su Instagram con toni molto offensivi e minacciosi. Una storia che dovrebbe far riflettere e che deve metterci tutti in guardia: i bambini vanno educati e non solo viziati e coccolati. I bulli di questa vicenda sono un ragazzino di 14 anni e una ragazza di 13 anni che hanno tormentato questa 12enne di Napoli fino a farle venire una sincope.

La ragazzina è stata presa di mira da due coetanei che a marzo si sono fatti strada nella sua vita come amici e poi hanno cominciato a tormentarla, sia in privato con messaggi offensivi e minatori, che su Instagram. Su Instagram pubblicavano foto della 12enne senza permesso, la ridicolizzavano e la esponevano a offese gratuite usando dei profili falsi. La colpa della 12enne? A quanto pare essere un po’ in sovrappeso, come se questo fosse importante o in qualche modo possa definire una persona? Situazioni come questa definiscono chi le commette, certamente non chi li subisce.

Questa giovane ragazza ha chiesto aiuto alla mamma per cercare di uscire da questa spirale di odio. La mamma ha contattato i genitori dei bulli che tormentavano la figlia e quello che è accaduto dopo è veramente assurdo. Le offese, le minacce e gli insulti non solo non sono diminuiti ma sono addirittura aumentati. La madre si è quindi rivolta a un avvocato per tutelare la figlia e cercare di proteggerla da queste terribili offese.

La ragazzina ha vissuto molto male questo periodo, ha iniziato a mangiare meno, ad avere tremori e perdite di coscienza e sintomi di grave disagio, fino a quando non si è reso necessario il ricovero in ospedale.

Dopo il caso di Tiziana Cantone, che si è suicidata per gravi episodi di cyberbullismo, la Regione Campania ha approvato una legge regionale contro ogni violenza online. Speriamo che la giustizia prenda in mano la vicenda e dia una punizione esemplare a questi bulli, i genitori hanno evidentemente fallito nella loro educazione e serve qualcosa di più concreto. Se i ragazzi si comportano così a 13-14 anni, a 18-20 anni non potranno che fare cose più gravi.

Voi che ne pensate?

via | ilmessaggero
foto | pixabay

  • shares
  • Mail