La mamma delle gemelline scomparse a capo di una fondazione per i bambini spariti

mamma-gemelline-scomparseSembra ieri che mamma Ilaria Lucidi ha trovato il messaggio da parte del marito Matthias Schepp, "Non le rivedrai più", riferendosi alle loro splendide figlie, le gemelline di 6 anni scomparse il 30 gennaio 2011, e mai più ritrovate. Invece sono passati già due anni e il dolore per la perdita brucia molto e lo farà per molto ancora. Forse non basterà una vita per spegnere quel dolore. Ma Ilaria si è rimboccata le maniche, e ha deciso di fare qualcosa almeno per le famiglie e gli altri bambini scomparsi, in nome delle sue bambine Livia e Alessia che a questo punto potrebbero essere morte.

Dopo aver chiuso la carriera in ambito legale ha cambiato vita: non vive più nella sua casa di Saint-Sulpice, perchè le ricorda troppo quei momenti tragici, ed é partita per l'Asia, l'India, Hong Kong dove ha incontrato, vissuto e aiutato i bimbi che non hanno nulla, i più indifesi.

"Mio marito aveva tutto e l'ha buttato via"

dice con rammarico la donna che ha istituito Missing Children, una fondazione in favore dei bambini scomparsi e delle loro famiglie, in Svizzera. Sembra assurdo e ingiusto che non si riesca a fare nulla per quei bambini scomparsi, rapiti, vittime di violenza, strappati dalle braccia dei genitori. Proprio per questo, per offrire una mano di aiuto, Missing Children dà sostegno al livello psicologico, sociale e giuridico ai parenti delle piccole vittime. A volte anche un piccolo sostegno può fare molto per ritornare a vivere.

Via | Tgcom24
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail