In manette bimbo di 7 anni, aveva rubato 5 dollari

bimbo-in-manetteE' accaduto nel Bronx, il quartiere ad alto tasso di criminalità di New York. Un bimbo di 7 anni avrebbe provocato un litigio ai giardinetti della scuola dopo aver rubato 5 dollari, e per questo è stato portato alla stazione di polizia e interrogato per quattro ore come un quasiasi malvivente adulto. E' quando denuncia Frances Mendez, la madre del piccolo Wilson che dopo essere stato interrogato è stato anche ammanettato ad un polso.

Sembra che la scuola abbia avvertito i poliziotti per un caso di "furto e rissa" all'interno della scuola. Tutto sarebbe nato da una specie di grosso equivoco che ha visto vittima il bambino, Wilson Reyes, poco prima dell'ingresso in aula. Ad uno scolaro è caduta una banconota da 5 dollari e il piccolo Wilson sembra si sia chinato per raccoglierla. A quel punto è scoppiata la rissa.

La madre del bimbo appena giunta alla stazione di Polizia e dopo aver atteso per quattro ore che terminassero l'interrogatorio senza poter entrare nella cella di sicurezza, ha visto il piccolo in manette. Prontamente ha scattato una foto e con l'immagine ha fatto causa al NYPD per i maltrattamenti subiti dal figlio, chiedendo un risarcimento di 250 milioni di dollari. Il caso è scoppiato solo ora nonostante il fatto sia accaduto nei primi giorni di dicembre.

Mentre la polizia si difende affermando che è stato trattato come qualunque altro minore sospettato di reato, a alcuni compagni di scuola riferiscono che è solo un "bulletto" prepotente. Quale sarà la verità?

Via | Corriere
Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail