Neonato buttato nel water in Cina, trovata la mamma

Novità sulla tragica vicenda del neonato buttato nel water in Cina che ha scosso il mondo intero: è stata trovata la mamma, ed è stata proprio lei a dare il primo allarme.

Vi abbiamo raccontato solo ieri della tragica vicenda del neonato buttato nel water in Cina, e miracolosamente salvato grazie all'arrivo tempestivo dei Vigili del Fuoco locali che lo hanno estratto vivo dal tubo di scarico -strettissimo- dopo un duro lavoro di precisione. Le foto e i video del salvataggio del piccolino hanno fatto il giro del mondo, immagini forti che hanno provocato reazioni di solidarietà per il cucciolo, sia nella cittadina che in tutta la vasta Cina.

Ieri la Polizia locale cinese aveva dichiarato la caccia alla madre o agli eventuali responsabili del crimine, con l'accusa di tentato omicidio. Ebbene la mamma del bebè, che era stato chiamato provvisoriamente Numero 29 dallo staff dell'ospedale e che adesso è sano e salvo, è stata trovata oggi. La stessa mamma del bambino, aveva dato l'allarme ai Vigili del Fuoco, ed ha anche assistito alle due lunghissime ore del miracoloso salvataggio. La polizia ha sospettato della donna sin dall'inizio perchè nel suo domicilio sono stati trovati giocattoli e carta igienica sporca di sangue.

La madre, all'anagrafe ventidue anni, non voleva ammettere di essere proprio lei ad aver dato alla luce il neonato. Ha confessato di essere la mamma biologica solo quando -dopo un lungo interrogatorio- i detective hanno deciso di sottoporla ad accurati test medici. La giovane donna residente nell'edificio, ha poi dichiarato di non poter permettersi un aborto in clinica; per questo motivo ha deciso di abbandonare il bambino nel bagno pubblico del condominio sabato pomeriggio. Sempre secondo la donna, il bambino le è però poi scivolato involontariamente nel tubo di scarico del water, e solo allora ha avvertito il padrone di casa che per fortuna ha allertato immediatamente le autorità e i Vigili del Fuoco.

  • shares
  • Mail