Adrian Mutu, il famosissimo ex calciatore di Fiorentina e Chelsea, ha dichiarato di voler adottare il neonato gettato nel water in Cina. Una tragica vicenda quella di questo piccolo lottatore, di cui vi abbiamo parlato spesso in questi giorni. Tragica perchè il bebè non ha avuto neanche il tempo di vedere la luce del mondo che ha dovuto affrontare la sfida più dura: la lotta alla sopravvivenza e per la vita.

Una vicenda a cui tutto il mondo si è interessato, tanto sono state forti le immagini del salvataggio del povero piccolo incastrato nel tubo del water dello scarico di un bagno pubblico di un condominio in Cina. La madre solo ventidue anni, ieri ha confessato che voleva abortire ma non aveva il denaro per pagare l’operazione. Ora il famoso attaccante di origini romene, che adesso gioca nell’Ajaccio, ha detto ai microfoni di una nota tv della Romania di voler prendersi cura del piccolino per tutta la vita.

Il calciatore Mutu, è già papà e ha già la bellezza di tre bimbi, e con il sostegno della moglie Consuelo vorrebbe proprio accogliere il bambino in famiglia. Ma gli ostacoli della burocrazia -strano- sono davvero tanti, prima di tutto la Romania non è al momento nella lista dei 17 Paesi i cui cittadini possono adottare un bambino cinese.

Non potevo continuare la mia vita normale dopo aver visto quelle immagini in tv. È un bimbo speciale. Quando l’ho visto ho subito pensato di adottarlo e che mi era stato mandato da Dio.

Bellissime le parole del calciatore; il problema è che ormai la Polizia cinese ha già riaffidato il bimbo alla mamma. Le autorità locali hanno infatti creduto alle dichiarazioni della madre che ha confessato come tutto fosse stato solo un incidente, e che in realtà la donna ha partorito il bimbo seduta su un water senza accorgersi del momento dell’espulsione del piccolo.

Via | Corriere

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove