Gli esercizi di Kegel servo per prendere consapevolezza del proprio pavimento pelvico, migliorare il tono della muscolatura che sostiene l’utero e la vescica e collaborare in modo opportuno al momento del parto, senza farsi vincere dalla paura e dal dolore. Durante il parto può esserci un indebolimento di questa zona, causando nel futuro spiacevoli fenomeni, quali incontinenza, prolasso uterino o anche limitare il piacere durante l’attività sessuale.

In che cosa consistono questi esercizi? In realtà sono molto semplici (chi pratica pilates già li conosce), per nulla faticosi e soprattutto potete farli senza che gli altri se accorgano. Di base bisogna contrarre i muscoli del pavimento pelvico per 5-10 secondi per almeno 5-10 secondi. Immaginate di avere come un filo appeso alla vostra vagina e di risucchiarlo. Trattenetelo e poi lentamente liberatelo. Ripetete quest’attività 2 o 3 volte al dì con una serie da 10. Potete stare sedute, in piedi con le gambe leggermente aperte o anche sdraiate.

Se non siete convinte di eseguire l’esercizio correttamente provate quando fate la pipì. Interrompete il flusso di urina durante la minzione. È esattamente lo stesso movimento muscolare che dovete fare. Quest’attività andrebbe fatta sempre, ma in gravidanza diventa particolarmente importante. Controllare i propri muscoli durante il travaglio e durante il parto sarà di grande aiuto alla mamma.

Via | My Personal Trainer
Foto | Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto