Bambina abbandonata dai genitori perchè ha una malattia rara, il medico ottiene l'affido

I genitori decidono di abbandonarla all'età di sei anni perché è affetta da una malattia rara che la obbliga a rimanere attaccata a dei macchinari per poter vivere. Il medico che la cura chiede e ottiene il suo affido.

bambina affidata dottore

Da San Giovanni Rotondo ci arriva una storia triste che ha per protagonista una piccola bambina di sei anni, abbandonata dai suoi genitori perché dalla nascita soffre di una malattia rara che la costringe in un letto di ospedale, dove è attaccata alle macchine per sopravvivere. Mamma e papà da tempo l'hanno abbandonata, perché non potevano prendersi cura di lei: la famiglia viveva in una situazione difficile e non si è più preoccupata per lei.

La bambina si trova ricoverata presso l'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, dove vive costantemente attaccata ad un respiratore e a una macchina che l'alimenta artificialmente. Tutta colpa della Sindrome di Bruck, una malattia rara con la quale, purtroppo, convive da quando è nata e che causa la deformazione degli arti. Oltre che una speranza di vita decisamente breve.

La bambina è vigile, cosciente, interagisce con le persone e con tutto il personale del reparto di rianimazione dove da tempo è ricoverata. Qui tutti hanno a cuore la sua storia, anche il primario del reparto, il dottor Giuseppe Melchionda, che ha chiesto e ottenuto, a nome dell'ospedale, l'affido della piccola al Tribunale per i minorenni di Bari.

Ed ora procederà con la richiesta di adozione. Perché in fin dei conti, la piccola non è sola e potrà sempre contare su qualcuno pronto al suo fianco ad accompagnarla in questo difficile viaggio.

Via | Corrieredelmezzogiorno

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail