Fare attenzione alla sicurezza dei bambini di oggi non è soltanto vigilare sulle persone che incontrano e frequentano fuori da scuola o mentre sono al parco, è essere molto presenti anche durante la navigazione su internet. La prima regola quindi è non lasciare mai solo il bambino davanti al pc, per evitare che anche incautamente finisca su siti non adatti ai minori o in chat dove è possibile avere a che fare con adulti maliziosi.

Considerato che nessuno di noi può essere sempre presente, la cosa migliore ed evitare che i bambini con meno di 15 anni abbiano il pc in camera. Mettetelo in una zona “pubblica”, come la sala, così che sia evidente la loro connessione. Ricordate poi ai piccoli di casa di non dare confidenza agli sconosciuti, di non pubblicare informazioni personali e fotografie.

I genitori possono bloccare poi la navigazione aggiungendo quelli che vengono chiamati filtri per la privacy o per i minori, che non permettono fisicamente ai bimbi di accedere a determinate pagine e/o contenuti. Ci sono dei programmi scaricabili gratuitamente da internet che svolgono queste funzioni, altrimenti sarà sufficiente un buon antivirus, come Microsoft Security Essentials.

Un’altra cosa importante riguarda l’utilizzo dei social network. È impossibile dire a un piccolo di no, ormai sono dei veri luoghi d’incontro. Esistono però dei social studiati proprio per i minori. Sceglietene uno e mettetevi d’accordo con altri genitori, affinché l’incontro avvenga in una piazza sicura e possibilmente educativa.

Foto | Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto