La prima cosa da sapere quando si acquista un seggiolino è che questo strumento, dedicato al trasporto del bambino, si divide per gruppi. Abbiamo il gruppo 0 o 0+ che arriva fino a 13 chili, ovvero circa 24 mesi. Va montato in senso contrario a quello di marcia e su un sedile in cui non ci siano airbag, di conseguenza dietro. Il gruppo 1 invece arriva fino a 18 kg e tiene bimbi dai 9 mesi ai 4 anni. In questo caso, il seggiolino va sempre dietro, ma può tranquillamente essere volto verso il senso di marcia. Il piccolo così può stare regolarmente seduto ed essere comodo anche con le sue gambine.

Poi abbiamo per i bambini più grandi il gruppo 2, fino a 25 chili e per un’età compresa tra 3 e 6 anni, e il gruppo 3 fino a 36 chili, da 5 a 12 anni. È poi importante sapere che i bambini di età superiore ai tre anni possono occupare un sedile anteriore solo se la loro statura supera 1,50 m. inoltre, lo schienale del seggiolino deve essere appoggiato al sedile della macchina e le cinture presenti devono essere sempre allacciate anche per tragitti brevi.

È molto importante poi che i seggiolini siano omologati e che abbiano una base isofix (le nuove automobili hanno la predisposizione per le vecchie c’è la necessità solo di una base). Non è ancora obbligatorio, ma si può utilizzare al posto della cintura di sicurezza dell’auto, riducendo gli eventuali rischi di istallazione errata e la mobilità del seggiolino.

Il mancato utilizzo di un seggiolino in auto mette a rischio la sicurezza del bambino ed è sanzionabile. Le multe possono variare da 70 a 285 euro con conseguente perdita di ben 5 punti della
patente.

Foto | Pinterest

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più

Il vero robot di Gundam si muove

Altro su Cronaca Leggi tutto