Le adozioni dei bambini russi solo all’Italia perché non ha matrimoni gay

La Russia permetterà solamente all’Italia di adottare i bambini che vivono nei suoi orfanotrofi. Il motivo? E’ presto svelato: perché siamo un paese nel quale i matrimoni tra omosessuali non sono ancora permessi.

La Russia consentirà ai genitori italiani di adottare i bambini ospitati nei suoi orfanotrofi. Il nostro paese sarà l’unico che potrà adottare bambini russi e la motivazione è una sola: l’Italia non permette ancora i matrimoni tra omosessuali.

Il Cremlino ha annunciato una decisione che sicuramente farà parlare di sè nei prossimi giorni: le adozioni dei bambini russi saranno possibili solamente in Italia, come annunciato da Pavel Astakhov, rappresentante del Cremlino per i diritti dell’infanzia e come riportato dall’agenzia Interfax.

C’è un accordo bilaterale e l’Italia non riconosce i matrimoni tra persone dello stesso sesso e, quindi, non c’è bisogno di modificare il trattato esistente.

I genitori italiani intenzionati ad adottare un bambino russo potranno ancora farlo. Il nostro paese è stato scelto proprio perché è uno di quegli stati che ancora non riconosce i matrimoni tra gay, cosa che invece fanno altre nazioni europee come la Francia e l’Inghilterra, per citarne solo alcune.

Dopo le polemiche per le adozioni negate dalla Russia a genitori americani e inglesi, ora anche il no secco alle unioni gay e alla possibilità da parte loro di adottare bambini, sottolineando che non verranno accettate richieste di affidi da genitori di nazioni che non hanno un accordo bilaterale con il Cremlino.

Via | Corriere

I Video di Bebèblog

Il vero robot di Gundam si muove