Bambino di tre anni guarito da una grave malattia riceve una sorpresa della polizia

Il bambino di tre anni guarito da una grave malattia riceve una sorpresa della polizia che va a prenderlo in ospedale a sirene spiegate

Un bambino di tre anni guarito da una grave malattia ha ricevuto una bellissima sorpresa. La Polizia è andato a prenderlo a sirene spiegate per riportarlo a casa. Una bellissima storia di speranza che ci dimostra, ancora una volta, quanto sono forti e coraggiosi i bambini.

Il bambino è stato sottoposto a un delicato percorso di cura all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Dato che siamo in piena pandemia è stato tutto ancora più difficile.

Qualche tempo fa, il piccolo Davide e la sua mamma hanno ricevuto una diagnosi molto pesante nel cortile dell’ospedale di Napoli. I poliziotti erano nel cortile e hanno distratto il bambino mentre la mamma parlava con i medici. Hanno regalato un po’ di leggerezza al bambino, facendolo salire sull’auto di servizio, e un po’ di privacy alla signora, che ha avuto qualche attimo di sconforto.

Sorpresa della polizia a un bambino di tre anni guarito da una grave malattia

Al momento delle dimissioni dall’ospedale, dopo aver completato tutta la terapia, il piccolo Davide ha chiesto alla mamma di indossare una divisa da poliziotto, come quella dei suoi amici. E lei lo ha accontentato, quelle di Davide sono state delle dimissioni dall’ospedale in grande stile.

All’uscita c’erano ad aspettarlo i poliziotti delle Volanti di Napoli che hanno accompagnato il bimbo a casa a sirene spiegate. I poliziotti gli hanno fatto provare la radio e lo hanno fatto parlare con il centro operativo.

Giuseppe Fusco, il direttore delle Volanti di Napoli, ha raccontato:

“Sappiamo che era l’ultimo giorno di terapia per lui terminata questa ultima somministrazione sarebbe potuto tornare a casa. Gli abbiamo insegnato come si accendono i lampeggianti, come si comunica via radio con la sala operativa e ha iniziato a fare letteralmente i salti di gioia divertendo noi e il personale medico sanitario presente. Ha gradito a tal punto la situazione che quando via radio ha sentito i saluti che arrivavano per lui dal centro operativo e dalle altre volanti operative in città in quel momento ha voluto ricambiare ed è stato bravissimo”.

I Video di Bebèblog